Un’oncia di esperienza è meglio che una tonnellata di teoria, semplicemente perché è soltanto dall’esperienza che una teoria può avere un significato vitale e verificabile.

J. Dewey, 1916

Stage lavorativi per orientare le scelte del futuro

Il percorso liceale non è finalizzato all’acquisizione di competenze immediatamente spendibili sul mercato del lavoro ma sviluppa competenze culturali e di cittadinanza, fondamentali per fare scelte consapevoli e per inserirsi in modo attivo nella vita sociale e professionale. 

I PCTO (Percorsi per le Competenze Trasversali e per l’Orientamento, ex ASL – Alternanza Scuola Lavoro) mirano a incrementare la capacità di scelta degli studenti e le competenze trasversali note come soft skills.

Il nostro istituto, convinto della valenza formativa e orientativa dei PCTO, ha scelto di privilegiare, fra le varie attività, gli stage presso soggetti ospitanti esterni, modellandoli sulle specifiche esigenze degli studenti e in relazione alle possibilità offerte dal territorio.

Personalizzazione, flessibilità, sistematicità sono i caratteri che ispirano la nostra progettazione PCTO, articolata in quattro fasi per una durata complessiva di novanta ore:

  1. formazione per la sicurezza sul lavoro – generale e specifica – con moduli diversificati e test conclusivo (classi seconde, terze e quarte);
  2. attività di riflessione sulle proprie attitudini e di approfondimento sui diversi contesti professionali (classi terze);
  3. stage ideati per il singolo allievo – a partire dalla rilevazione dei suoi interessi – e project work individuali o di classe (classi quarte);
  4. revisione e bilancio finale dell’intera esperienza con stesura di un elaborato da presentare all’Esame di Stato (classi quinte).

Integrano il percorso le proposte di stage all’estero, che danno la possibilità agli alunni di terza e di quarta di svolgere tirocini di orientamento in Paesi di lingua inglese, francese e tedesca.

Rientra nei PCTO anche la partecipazione a concorsi nazionali ed internazionali su temi legati al mondo del lavoro.

Dal 2019 l’esperienza dei PCTO è parte integrante del colloquio dell’Esame di Stato: al candidato è infatti richiesto di presentare un elaborato che illustri le attività svolte, le competenze specifiche e trasversali acquisite (soft skills) e la loro ricaduta nell’individuazione del percorso post-diploma.