TANTE ATTIVITà PER ARRICCHIRE LA PROPOSTA FORMATIVA

Il liceo Copernico vuole essere uno spazio aperto di confronto e di partecipazione. I progetti di ampliamento dell’offerta formativa (molti dei quali in orario pomeridiano), seguiti da docenti e da esperti, concorrono alla crescita culturale e umana degli studenti.

La realizzazione delle numerose attività extrascolastiche proposte ogni anno è possibile grazie al contributoliberale versato dalle famiglie al momento dell’iscrizione.

Clicca sulle attività per approfondire

Disfide matematiche

A chi è rivolto: studenti di tutte le classi

Docente referente: Maria Antonietta Venturelli

Collaborazioni esterne: Università Cattolica di Brescia, Mathesis di Udine, ex allievi del Liceo Copernico che sono stati a loro volta componenti delle squadre dell’istituto.

Un gruppo di studenti e docenti della scuola si allena in orario extracurricolare (anche online) per partecipare a competizioni, individuali e a squadre. Il gruppo coinvolge studenti di tutte le classi, che si divertono con la matematica.

Ogni anno vengono individuate le squadre che rappresentano ufficialmente l’Istituto. I nostri alunni hanno ottenuto più volte i primi posti nelle Olimpiadi nazionali a squadre organizzate dall’Unione Matematica Italiana in collaborazione con la Scuola Normale di Pisa, nella finale nazionale Kangourou Coppa Junior e nelle Olimpiadi individuali.

Il tuo impegno è: incontri settimanali pomeridiani due ore

Cosa si impara: i quesiti da risolvere, che prevedono l'approfondimento di contenuti non trattati nell’attività curricolare, richiedono rigore e capacità di analisi, ma anche intuizione e fantasia. Lo spirito di sana competizione, il lavoro di gruppo, la ricerca personale e il confronto con altre realtà scolastiche costituiscono una preziosa occasione per valorizzare le eccellenze.

Laboratorio teatrale

A chi è rivolto: studenti di tutte le classi

Docente referente: Rossana Cerretti

Esperti esterni: regista e aiuto regista professionisti

Il nostro laboratorio teatrale vanta una tradizione ventennale e negli anni ha messo in scena testi impegnativi, anche in lingua straniera. Le rappresentazioni si sono sempre distinte per la loro qualità, collocandosi ai primi posti nel concorso annuale delle scuole bresciane “Inventari superiori” e, talvolta, anche in quelli nazionali. Ricordiamo Sogno di una notte di mezza estate, Le vie degli alberi, Un angelo viene a Babilonia, Amleto, Cyrano de Bergerac, Don Giovanni, Il mercante di Venezia, L'Inferno di Dante, Il mercante fallito, La tempesta, Lo stano caso del cane ucciso a mezzanotte, Shakespeare in love, La locandiera 70’s, Baal (audiodramma).

Il tuo impegno è: 35-40 incontri pomeridiani di due ore e mezza (da novembre a maggio)

Cosa si impara: il laboratorio teatrale insegna a progettare e a collaborare, favorisce la socializzazione e migliora l’autostima. L’esperienza dei diversi linguaggi del testo teatrale (linguistico, gestuale, espressivo corporeo) affina le capacità di comprensione del testo artistico, di memorizzazione e di comunicazione.

Parliamo di teatro

A chi è rivolto: studenti di tutte le classi, in particolare del triennio

Docente referente: Giovanni Bormioli

Esperti esterni: attori e registi di compagnie giovani emergenti

Da alcuni anni il Liceo aderisce alla stagione teatrale della “Compagnia Chronos 3 - Cento per Cento teatro”, che offre alle scuole abbonamenti a prezzi ridotti. Si tratta di una proposta teatrale particolarmente sensibile ai gusti e alla cultura del pubblico giovanile, curata da attori e registi emergenti ma già affermati (tra cui alcuni ex studenti del Copernico): i testi rappresentati sono spesso inediti, di autori anche internazionali, o rivisitazioni contemporanee di classici del teatro.
I sei spettacoli in abbonamento (uno al mese) si svolgono in orario serale in un teatro cittadino e sono accompagnati da altrettanti incontri pomeridiani con attori, registi o autori, che chiariscono le scelte artistiche delle rappresentazioni.

Il tuo impegno è: 6 spettacoli serali di circa un’ora e mezza e 6 incontri pomeridiani di un’ora (da ottobre a maggio)

Cosa si impara: gli spettacoli sono un’occasione per incontrare i diversi linguaggi artistici (danza, musica, recitazione), spesso uniti in modo originale e creativo, e per riflettere su tematiche attuali. Gli incontri pomeridiani offrono invece la possibilità di dialogare con professionisti del settore, che spesso fanno del rapporto coi giovani una componente importante del loro lavoro.

Andiamo a teatro

A chi è rivolto: studenti di tutte le classi

Docenti referenti: insegnanti che aderiscono all’iniziativa

Alcuni insegnanti dell’istituto accompagnano gli studenti interessati di biennio e triennio ad una selezione di sei spettacoli della stagione del CTB (Centro Teatrale Bresciano). L’abbonamento, che prevede un’apposita riduzione per le scuole, può essere acquistato anche dai genitori degli studenti che aderiscono all’iniziativa.
L’interesse per il teatro non si ferma alla proposta locale: da alcuni anni viene data la possibilità agli studenti del triennio di acquistare un abbonamento a prezzo ridotto per quattro spettacoli del Piccolo Teatro di Milano. Gli insegnanti accompagnatori organizzano anche il trasporto in pullman.

Il tuo impegno è: 6 spettacoli serali (CTB); 4 spettacoli serali (Piccolo teatro di Milano)

Cosa si impara: l’iniziativa vuole avvicinare i ragazzi al teatro, oggi poco frequentato dal pubblico giovanile, e dare loro la possibilità di conoscerne e apprezzarne lo specifico linguaggio artistico. La selezione dei titoli che compongono l’abbonamento tiene conto degli interessi degli alunni e della qualità dell’offerta culturale.

Laboratorio musicale

A chi è rivolto: studenti di tutte le classi

Docente referente: Rossana Cerretti

Collaborazioni esterne: uno o più musicisti professionisti

Da vari anni il Liceo organizza un laboratorio in cui cantanti, gruppi o solisti di vari strumenti possono spaziare nei diversi generi, dalla musica classica al rock. 

Il tuo impegno è: 20-25 incontri settimanali pomeridiani di due ore (da novembre a giugno)

Cosa si impara: il laboratorio costituisce un’occasione di socializzazione, di confronto e di approfondimento dei propri interessi musicali, stimolando la creatività individuale e di gruppo. I principianti possono avvicinarsi al mondo della musica in modo più tecnico, mentre chi già possiede una formazione musicale può migliorare le proprie abilità canore o strumentali. Ogni anno, al termine del laboratorio, i partecipanti si esibiscono in un concerto all’Auditorium San Barnaba. 

Laboratorio di cinema

A chi è rivolto: studenti di tutte le classi

Docenti referenti: Laura Ferri, Angela Paterlini

Collaborazioni esterne: Filippo Vezzoli (ex studente)

Da alcuni anni il liceo propone il progetto “Buio in sala”, un cineforum pomeridiano dedicato alla proiezione di film d’autore scelti per qualità artistica e interesse culturale. La visione è preceduta da una breve introduzione tecnica e seguita da momenti di discussione e attività laboratoriali che prevedono il diretto coinvolgimento degli studenti.

Il tuo impegno è: 6 incontri settimanali pomeridiani di tre ore

Cosa si impara: il laboratorio si propone di sensibilizzare al linguaggio e all’estetica cinematografica e di approfondire alcuni aspetti tecnici del linguaggio filmico, del montaggio e della distribuzione.

Preparazione ai test universitari in ambito medico-scientifico

A chi è rivolto: studenti delle classi quinte

Docenti referenti: Anna Camplani, Gisella Sorrenti

Il Liceo organizza annualmente un corso di chimica e biologia in preparazione ai test di ammissione alle facoltà di ambito medico-scientifico. 

Il tuo impegno è: 28 incontri pomeridiani di due ore

Cosa si impara: le lezioni servono non solo a consolidare conoscenze e competenze di chimica e biologia ma anche ad impostare strategie utili al superamento dei test.

Fake news e attendibilità delle fonti

A chi è rivolto: studenti di tutte le classi

Docenti referenti: Roberto Bianco, Paolo Vitale

Collaborazioni esterne: esperti del settore dell’informazione digitale

La rete è il luogo virtuale in cui si possono trovare informazioni immediate su qualsiasi argomento ma, allo stesso tempo, è difficile saper scegliere quelle attendibili proprio a causa dell’enorme quantità di siti presenti nel web. Ci sono pagine web ben scritte e accattivanti ma prive di fondamento scientifico oppure siti che presentano semplici opinioni come fatti accertati: diffondere velocemente informazioni false in rete è molto facile, ma è difficile rendersi conto degli errori.
Il progetto non ha la pretesa di smascherare “bufale” o dimostrare la validità delle informazioni riportate in un sito, ma vuole fornire degli strumenti concreti per valutare l’attendibilità di una pagina web attraverso il ricorso a una checking list basata su cinque punti: Scopo, Autorevolezza, Precisione, Rilevanza, Affidabilità.

Il tuo impegno è: 1-2 incontri con esperti esterni all'istituto e alcuni incontri laboratoriali durante i quali analizzerai le fonti online.

Cosa si impara: il laboratorio ha lo scopo non solo di educare alla ricerca e alla selezione delle informazioni reperibili in rete ma anche di insegnare ad organizzarle per la pubblicazione on line.

Un giardino selvatico

A chi è rivolto: studenti di tutte le classi seconde e terze

Docenti referenti: Paolo Vitale, Elena Curti

Collaborazioni esterne: Museo di Scienze Naturali di Brescia

Com’era il nostro territorio prima che Homo sapiens arrivasse in Europa dall’Africa? Come potrebbe essere se noi lasciassimo la natura indisturbata? Quali fattori influenzano la crescita di alcune specie vegetali rispetto ad altre? Per provare a rispondere a queste domande è in corso dal 2012 un esperimento di rinaturalizzazione spontanea di una porzione del giardino della scuola, inizialmente privato della vegetazione. Per otto anni è stata studiata la trasformazione naturale di tale zona, rilevando con rigore scientifico le piante che nel tempo si sono succedute e facendo analisi statistiche sulla tendenza evolutiva dello sviluppo della vegetazione. Ora si continuerà su un tratto più esteso e vedremo come la natura può meravigliosamente svilupparsi anche in un territorio urbanizzato.

Il tuo impegno è: incontri pomeridiani per un totale di otto ore.

Cosa si impara: il laboratorio insegna a riconoscere le piante che crescono spontaneamente, a osservare la trasformazione del verde curato dall’uomo in verde selvatico, ad apprezzare la vegetazione naturale, a valutare la biodiversità, ad applicare il metodo scientifico per effettuare i rilievi e ad utilizzare il foglio di calcolo excel per l’acquisizione e l’elaborazione dei dati.

Attività sportive

A chi è rivolto: studenti di tutte le classi

Docente referente: Dipartimento di Scienze motorie

Gli insegnanti di scienze motorie organizzano gruppi pomeridiani di avviamento alla pratica sportiva: arrampicata, basket, volley, badminton, calcio, rugby, atletica.

Il tuo impegno è: alcuni incontri pomeridiani

Cosa si impara: l’attività motorio-sportiva promuove il confronto leale e valorizza le potenzialità individuali. La cultura sportiva, in quanto fondata sulla cooperazione, sull’accettazione delle regole e sul rispetto dell’avversario, contribuisce allo sviluppo del senso civico e al rifiuto degli elementi inquinanti dello sport quali l'esibizionismo, la volgarità comportamentale, il divismo e l’aggressività.

Volontariato

A chi è rivolto: studenti di tutte le classi

Docente referente: Fabrizio Arici

Collaborazioni esterne: Associazione "Cimpunda"

CIMPUNDA è il nome di un gruppo di alunni e di insegnanti del Liceo che promuovono e organizzano varie attività di volontariato interne ed esterne alla scuola: 

  • "Operazione freddo" (preparazione e distribuzione della cena ai senza fissa dimora ospiti della casa-famiglia di Via Marchetti a Brescia)
  • attività di doposcuola presso gli oratori di S. Maria in Silva e di S. Faustino
  • raccolta di abiti e di cibo; vendita benefica di panettoni, di uova pasquali e di dolci

Il ricavato serve a finanziare un progetto di collaborazione con l’orfanotrofio "Meru Children’s Home" a Nkabune in Kenya. Annualmente alcuni studenti, accompagnati da docenti, trascorrono die settimane presso l’orfanotrofio per organizzare attività educative e ludiche. 

Il tuo impegno è: incontri di pomeridiani e/o serali a seconda delle diverse attività.

Cosa si impara: grazie a queste attività gli alunni maturano la consapevolezza che esiste un mondo di bisogno e di povertà a cui dobbiamo la nostra attenzione e il nostro aiuto. 

We debate

A chi è rivolto: studenti di tutte le classi

Docente referente: Anna Fattori

Collaborazioni esterne: scuole della rete “We debate”

Il debate vanta una lunga tradizione scolastica nei Paesi anglosassoni per il suo alto valore formativo. Attraverso questa pratica si affinano le abilità linguistiche e si impara ad argomentare nel rispetto dell’opinione altrui. Il metodo del debate, basato su precise regole, prevede sia il confronto individuale che a squadre con l’obiettivo di insegnare a dibattere pubblicamente.

Il tuo impegno è: 20 incontri pomeridiani di un’ora e mezza

Cosa si impara: il laboratorio insegna ad argomentare le proprie tesi partendo da un accurato lavoro di ricerca e a riconoscere i punti di debolezza delle posizioni altrui. Attraverso l’esercizio del public speaking si migliora l’efficacia comunicativa e si impara il rispetto delle regole e dell’avversario, valori fondamentali della democrazia.

Un treno per Aushwitz

A chi è rivolto: studenti delle classi terze quarte.

Docente referente: Marco Rossini

Collaborazioni esterne: "I luoghi. Centro studi per l’educazione alla cittadinanza".

Da molti anni il Liceo aderisce al progetto «Un treno per Auschwitz» rivolto alle scuole della città e della provincia. Questa iniziativa coinvolge studenti e docenti in un viaggio formativo in treno verso il campo di concentramento e sterminio di Auschwitz in Polonia.

Il tuo impegno è: il progetto si articola su due anni scolastici (preparazione e formazione durante il primo anno, viaggio e restituzione dell’esperienza alla comunità scolastica nel secondo).

Cosa si impara: nella fase di formazione si approfondiscono specifici temi legati alla Shoà, il viaggio costituisce invece una fortissima esperienza emotiva e un momento di condivisione con studenti e docenti di altre scuole della provincia. La fase della restituzione richiede, infine, la rielaborazione e la sintesi del percorso affrontato con l’obiettivo di rendere informati e partecipi gli studenti dell’istituto.

Giornalino scolastico

A chi è rivolto: studenti di tutte le classi

Docenti referenti: Salvatore Aronica, Fabrizio Arici

Da molti anni nell’istituto viene pubblicato il "Copensiero", un giornalino scolastico curato dagli studenti che aderiscono al gruppo di redazione coordinato da due docenti. Vi si trovano articoli di tutti i generi (attualità, sport, recensioni di libri e film, pagine culturali) ma anche fotografie, vignette, racconti e cruciverba. 

Il tuo impegno è: alcuni incontri pomeridiani 

Cosa si impara: come in una vera redazione, gli studenti selezionano le notizie, si distribuiscono il lavoro a seconda dei propri interessi e procedono alla stesura degli articoli applicando le regole e sperimentando gli stili della scrittura giornalistica. Il giornalino, in cui si discutono anche eventi e situazioni interne alla scuola, costituisce uno spazio identitario non solo per gli studenti della redazione ma anche per l’intero istituto.

Certificazioni linguistiche di inglese

A chi è rivolto: studenti di tutte le classi

Docente referente: Salvatore Aronica

Collaborazioni esterne: conversatori madrelingua

Durante l’anno scolastico si svolgono corsi di preparazione alla certificazione esterna (che possono richiedere il contributo economico delle famiglie) tenuti da docenti interni con la collaborazione di conversatori madrelingua.

Il tuo impegno è: incontri pomeridiani per un totale di 30 ore

Cosa si impara: le conoscenze e le competenze acquisite nelle lezioni curricolari vengono approfondite e integrate in modo mirato al superamento dell’esame di certificazione, costituito da varie prove che richiedono competenze specifiche. 

Disegno e tecniche artistiche

A chi è rivolto: studenti di tutte le classi

Docente referente: Giovanni Mancini

Il Progetto di Disegno e Tecniche Artistiche costituisce un’occasione di conoscenza e di approfondimento del disegno artistico e, stimolando la percezione visiva attraverso la trascrizione fedele delle forme sul piano, fornisce le basi per l’espressione artistica.

Il tuo impegno è: 15 incontri pomeridiani settimanali di due ore

Cosa si impara: il laboratorio insegna le tecniche per la copia fedele di immagini attraverso il metodo del rilievo, i principi della composizione e dell’inquadratura, il tratteggio e il disegno dal vero di semplici composizioni (ad esempio, nature morte) e la riproduzione grafica di piccole sculture.
Le tecniche affrontate sono sia grafiche (matita e penna) sia pittoriche (pastelli, gessetti colorati e acquerello).